Il viaggio è scuola di umiltà. Claudio Magris

Viaggiare è una scuola di umiltà,

fa toccare con mano

i limiti della propria comprensione,

la precarietà degli schemi e degli strumenti

con cui una persona o una cultura

presumono di capire o giudicano un’altra.

Claudio Magris, L’infinito viaggiare

Per tornare alla homa page su Teoria e Letteratura del Viaggio clicca qui.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...