Sciare a Soelden e Stubai

Perche` sciare nel ghiacciaio di Stubai

Tra venerdì 17 e domenica 19 marzo 2017 l’Apricot Ski Club ha fatto la sciata ufficiale nelle terra del Wunder Team, l’Austria. Essendo molto in avanti con la stagione, abbiamo deciso di andare a sciare in ghiacciaio o comunque in località ad altitudine elevata.

Siamo partiti alle 5.30 da Treviso per arrivare alla base degli impianti di Stubai alle 10.30. Abbiamo sciato fino alle 16 sotto un bel sole primaverile.

A Stubai si scia sul ghiacciaio (l’abbiamo scelto apposta); le piste sono moltissime (110 km) e gli impianti numerosi e moderni (26 impianti totali, di cui 5 cabinovie e ancora qualche skilift).

La prima cosa che ci ha impressionato di Stubai sono le cabinovie; infatti, per salire in quota, nel ghiacciaio ci sono due impianti di risalita (il secondo viene aperto solo nel periodo di picco). La cabinovia che abbiamo usato noi è gigantesca: ci saranno stati 30-40 sciatori, tutti belli comodi e seduti, con il wi-fi gratuito.

Arrivati in cima siamo subito andati a fare delle foto nella piattaforma panoramica “Top of Tyrol”, cioè il punto più alto di tutto il Tirolo a 3210 mslsm, dove c’è un panorama “spaziale”.

Divertente è stata la FunSlope ma, soprattutto il fuori pista tra le rocce. Tecnicamente non era difficile anche perché i passaggi dei giorni precedenti avevano “battuto la neve”; è stato però molto appagante dal punto di vista paesaggistico. Nelle foto qui sotto si vede la linea colorata del percorso e Matt che aspetta la compagnia.

L’Hotel Roemerhof e l’Europabruecke

Per quanto possa essere incredibile, abbiamo trovato posto per dormire solo a Innsbruck Igls (Hotel Roemerhof), cioè un sobborgo della autoproclamatasi Capitale delle Alpi che dista 15 minuti di auto dal centro storico, 45 minuti da Stubai e oltre un’ora da Soelden.

Nell’andare in albergo, per non spendere gli € 8.90 del pedaggio dell’Europabruecke (poco più di € 2 a testa), abbiamo percorso la strada statale che corre lungo la valle e passa sotto il famoso ponte: siamo così arrivati in albergo dopo quasi due ore di trasferimento!

Cena in centro a Innsbruck

Abbiamo cenato in centro a Innsbruck, dove abbiamo anche fatto una passeggiata per vedere il famoso Tetto d’Oro. Il dessert lo abbiamo preso, ovviamente, al Sacher Cafè.

Sciare a Soelden

Sabato 18 marzo, dopo aver fatto colazione a base di albicocca, siamo andati a sciare a Soelden.

Il clima è stato pessimo tutto il giorno. Abbiamo anche appreso che in piena stagione il ghiacciaio è chiuso. Ma non si tratta di un problema perché ci sono quasi 150 km di piste e oltre 30 modernissimi impianti di risalita. In poche parole, si tratta di uno dei posti migliori al mondo per lo sci alpino (e per la vita notturna  nel paese, che ospita 2 milioni di visitatori l’anno; si tratta della location con più turisti dell’intera Austria, dopo la capitale Vienna).

La prima cosa degna di menzione è il rifugio di vetro a oltre 3000 mslm, considerato un’opera d’arte dell’architettura contemporanea. Nel film di James Bond è la base dei cattivi; in realtà, è un ristorante di lusso. Non lo abbiamo provato, avendo preferito pranzare con costicine di maiale in un rifugio “alla buona”.

La seconda cosa da ricordare è che, in moltissimi punti del comprensorio sciistico, c’erano campi da slalom aperti al pubblico: c’era infatti un tracciato da slalom speciale, uno da slalom gigante, uno da carving, uno per misurare la lunghezza del salto. Ciò che abbiamo trovato notevole è che le sciate tra i pali non solo venivano cronometrate, ma altresì filmate. Passando lo skipass nei chioschi presenti nei rifugi, è possibile vedere il proprio video (nella foto qui sotto Gek controlla la propria performance).

Nel pomeriggio non abbiamo sciato molto bene. Infatti nella parte alta delle piste, a oltre 3000 mslm, nevicava, mentre nella parte più bassa pioveva (a 1400 mslm). E’ stata comunque una esperienza curiosa, e comunque molto soddisfacente, perché le piste erano lunghissime e con un dislivello notevole.

Aqua Dome di Laengerfeld

Il meteo inclemente ci ha costretto ad impegnarci nelle ulteriori attività che caratterizzano il nostro sodalizio, e cioè nei bellissimi e vivaci Apres Ski austriaci. L’apres ski di Soelden è stato uno dei migliori; è difficile descriverlo: solo chi lo ha provato può capire di cosa stiamo parlando.

Dopo l’apres ski, siamo andati a lavar via la stanchezza nell’Aqua Dome di Laengerfeld. Si tratta di uno dei complessi termali più famosi e belli d’Europa. L’aspetto (anche architettonico) più particolare sono le enormi vasche idromassaggio all’esterno che ricordano dei petali (credo si chiamino “Soleschale”),

Galleggiare nell’acqua calda del “Soleschale” guardando le montagne (che superano i tremila metri) non ha prezzo! Anzi, ci è costato € 39,50 a testa, ma è una delle cose che rende veramente piacevole la vita (le foto non sono nostre, ma scaricate da internet).

Abbiamo avuto problemi a trovare un posto decente dove cenare. Siamo anche stati inseguiti dalla polizia stradale austriaca a sirene spiegate perché in autostrada abbiamo superato i limiti di velocità; abbiamo dovuto pagare la sanzione in contanti, ma fortunatamente si è trattato solo di € 80. Alla fine ci siamo dovuti accontentare di cenare nel Ristorante Garda, quello del campeggio di Innsbruck.

Grotta di ghiaccio a Stubai

Domenica siamo tornati a sciare a Stubai, in neve fresca con visibilità a tratti pessima e a tratti con il sole; abbiamo così sperimentato in prima persona la variabilità del meteo di alta quota.

Merita di essere ricordata la visita alla grotta di ghiaccio che si trova nei pressi della stazione di arrivo della cabinovia Eisgratbahn. Si tratta di una visita molto breve, ma interessante per le colorazioni del ghiaccio.

Alle 12.30 abbiamo iniziato il viaggio di rientro verso Treviso, mangiando Bretzel e Landerjaeger in auto.

***

Per tornare alla Home Page dell’Apricot Ski Club, clicca qui.

Per il racconto della sciata dell’anno successivo, a Flachau e Altenmarkt, clicca qui.


Una risposta a "Sciare a Soelden e Stubai"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...